CIAO
Ultimi argomenti
» L'allenamento del giorno.
Da differentgear Lun 16 Gen 2017, 07:14

» Buongiorno!!!
Da differentgear Ven 13 Gen 2017, 08:09

» Oggi ho comprato per correre...
Da pelle Gio 12 Gen 2017, 22:19

» Il pensierino del giorno
Da differentgear Gio 12 Gen 2017, 10:40

» opinione su mia "storia" e consiglio scarpe iperpronazione
Da hopfield Lun 09 Gen 2017, 22:30

» Che libro stai leggendo?
Da zivago Mar 03 Gen 2017, 08:40

» Classifica Forrest Gump 2016
Da zivago Lun 02 Gen 2017, 14:01

» Il meteo
Da rikchecorre Ven 30 Dic 2016, 23:24

» Come ci alleniamo adesso?
Da castoro Gio 29 Dic 2016, 17:55

» Allenamenti Castoro
Da differentgear Mer 28 Dic 2016, 08:48

» Buon Natale 2016
Da differentgear Mar 27 Dic 2016, 14:03

» Tanti auguri
Da rikchecorre Mar 20 Dic 2016, 15:58

» Ritorno al nuoto
Da differentgear Mar 20 Dic 2016, 09:15

» L'Arte nella Corsa
Da Lyroy Lun 19 Dic 2016, 18:01

» La gara del giorno
Da castoro Lun 19 Dic 2016, 06:28

» Oggi mi sento...
Da differentgear Ven 16 Dic 2016, 10:56

» Oxeego Stivo On The Rock Sky Marathon 35 k 2500 D+ 13.11.2016
Da differentgear Gio 15 Dic 2016, 08:35

» Musica, Video, Cinema !
Da differentgear Gio 08 Dic 2016, 21:40

» MALEDIZIONI bonarie e BENEDIZIONI prudenti.
Da differentgear Mar 29 Nov 2016, 08:11

» Con questo freddo: fase di riscaldamento!!!
Da differentgear Gio 24 Nov 2016, 15:14

Visite

ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da zivago il Lun 01 Feb 2016, 13:56

ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI
ovvero… facezie al Runnig-Bar


Capitan cose impreviste
correndo per strade o su piste.
-
Succedon cose folli
ruzzando “sui clivi e sui colli”.
-
Strani fatti e avvenimenti
seguon gare o allenamenti.


Cari amici del forum che ne dite di raccontare le curiosità capitateci correndo?
In allenamento o in gara ad ognuno di noi, ne sono sicuro, sono successe delle cose strane: incredibili imprevisti, assurde circostanze, fatti paradossali, situazioni tragicomiche.
Che so… un canguro vi ha tagliato la strada; siete inciampati in un portafogli gonfio di banconote; vi sono caduti i pantaloncini ed eravate senza mutande; si è staccata la suola da una scarpa; siete stati sorpassati da un gruppo che faceva streaking; per tutto il mattino siete stati in giro pensando che fosse domenica invece era lunedì; come in un film di Hitchcock siete stati attaccati da uno stormo di uccelli; avete visto un UFO; vi siete persi nel bosco; siete stati inseguiti da un toro; solo dopo lunga bevuta alla fontana avete notato il cartello “acqua non potabile”; siete scivolati su un'enorme cacca; … aneddoti e podistici fatterelli appunto.
*****
Comincio io e… perdonatemi se la prendo da lontano.
Nella letteratura ambientata in città dell'800, capita di incontrare una figura ormai scomparsa: il LAMPIONAIO.
Chi abbia letto o visto le trasposizioni cinematografiche dei romanzi di Dickens, Dostoevskij, Victor Hugo, Verne, London, Saint-Exupéry, Pirandello, De Roberto; saprà senz'altro di quell'omino che andava per le vie cittadine, con una lunga pertica dotata di stoppino o spegnimoccolo, ad accendere e smorzare i lampioni a gas o a petrolio.

Voi dite che quei personaggi non esistono più? Beh! Vi sbagliate. Io ne conosco uno.
Non usa gli antichi arnesi ma ugualmente accende e spegne i lampioni dell'illuminazione stradale. Ebbene il moderno LAMPIONAIO sono io … Sì proprio il sottoscritto, me medesimo!

Io solitamente esco a correre tra le 5 e le 6 del mattino. Nella bella stagione, quando in quelle ore è già chiaro, preferisco andare per sentieri e strade sterrate di campagna. Nei mesi invernali, con il buio, vado invece su vie illuminate cercando comunque di correre su stradine secondarie dove spesso non c'è altra luce che un lampione ogni 30-35 metri.
Nei mattini particolarmente bui, senza luna né circolazione di veicoli, capita che al mio passaggio l'illuminazione stradale improvvisamnete si spenga e, dopo un po', si riaccenda.
Per quale misterioso motivo succede questo? Una spiegazione deve pur esserci. Uhm! Pensa e ripensa, ho infine “sgamato”.
Nelle stradine secondarie l'illuminazione è regolata da interruttori crepuscolari (rilevatori di luminosità) situati ad intervalli regolari. Quando io corro con il buio, ovviamente indosso indumenti con inserti riflettenti. In zone dove, oltre a quelle dei lampioni, non ci sono altre luci, può capitare che i miei “catarifrengenti”, per casuali angoli di incidenza e di rifrangenza, rimandino la luce verso il vicino interruttore crepuscolare e quindi lo “abbaglino”.
Ecco dunque che per qualche attimo i lampioni si spengono ed io divento...
un runner-LAMPIONAIO. Very Happy
avatar
zivago
Piè Veloce
Piè Veloce

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 03.07.14
Età : 62
Località : Brianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da marina il Lun 01 Feb 2016, 15:52

@zivago hahaha questa si che è bella!! Very Happy

A me è capitato correndo di sera di mettere un piede sopra
una nutria che non avevo visto con il buio nonostante avessi
le luci evidentemente mi è passata davanti e si è spaventata,
mi sono sbilanciata e sono caduta in avanti, mi sono girata era enorme!
poi è scappata via illesa..io un po meno perchè ho preso una bella
botta..

marina
Run like a Pink
Run like a Pink

Messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 20.12.13
Località : Tra Milano e Bergamo

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da differentgear il Mar 02 Feb 2016, 08:36

Sono enormi le nutrie!!!

Divertente post!!! A me non è mai capitato nulla di stranissimo a parte una volta un tipo che correva tranquillo e beato e ad un certo punto si è fermato ed ha iniziato a muovere le braccia in un modo ridicolo. Poi dopo un pò di quei movimenti (ho avuto la fortissima tentazione di fargli una foto) ha ripreso a correre. Un'altra volta invece ho visto un capriolo e uno scoiattolo nel bosco Smile che belli!!!
avatar
differentgear
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 9649
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 46
Località : Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da walter2.0 il Mar 02 Feb 2016, 09:05

differentgear ha scritto:Sono enormi le nutrie!!!

Divertente post!!! Un'altra volta invece ho visto un capriolo e uno scoiattolo nel bosco Smile che belli!!!

Io invece ho incontrato qualche topo lol! lol! va bene uguale?

scherzi a parte per strada succede di tutto, mi capitò a febbraio di un paio d'anni fa quando "preparavo" la maratona di Roma, pronto per partire per i 12km del martedì il tempo di avviare il gps e bumm giù steso per terra, si era alzata una piastrella della pavimentazione stradale classico sgambetto. Risultato escoriazioni tra mani e ginocchia.
avatar
walter2.0
Top Runner
Top Runner

Messaggi : 2820
Data d'iscrizione : 29.03.13
Età : 57
Località : Salerno

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da differentgear il Mar 02 Feb 2016, 10:38

ahahaha povero Smile
avatar
differentgear
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 9649
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 46
Località : Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da marina il Mar 02 Feb 2016, 13:27

Certe sembrano pastori tedeschi..ma anche i topi però!! Very Happy

marina
Run like a Pink
Run like a Pink

Messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 20.12.13
Località : Tra Milano e Bergamo

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da rikchecorre il Mar 02 Feb 2016, 23:30

Le nutrie sono abbastanza inquietanti... soprattutto se di medio-grossa taglia... anche se sono gli animali più pacifici tra la varia fauna che mi capita di incontrare lungo la solita ciclabile... gli puoi passare colla bici a pochi cm di distanza e non fanno una piega...
Il mio aneddoto (per fortuna a lieto fine) mi è successo giusto domenica mattina al termine della già citata corsa di Miguel...
mi ero già cambiato e mi trovavo davanti ai tavolini (del nostro gazebo) ad approfittare dei soliti e immancabili dolcetti gentilmente offerti da qualche ramarro , quando mi sento urtare, in modo anche abbastanza violento, da dietro all'altezza dei polpacci... penso che sia qualcuno che magari è inciampato... mi volto e vedo una collega di società che era praticamente stramazzata al suolo finendomi addosso... Shocked  (che je faccio alle donne oh Cool )...
probabilmente si era trattato di un brusco calo di pressione dal momento che non ha mai perso conoscenza (era solo comprensibilmente scioccata)... il tempo di sollevarle le gambe e dell'intervento di una podista-medico, che si rassicurava delle sue condizioni, che si era già ripresa...
ho cercato di risollevarla (in tutti i sensi) dicendole: "possiamo affermare una volta di più che i dolcetti dei ramarri sono buoni da svenire"... Razz
Come dicevano Shakespeare e Ten (aiutante giapponese di Nick Carter): tutto è bene quel che finisce bene...
avatar
rikchecorre
Forrest Gump
Forrest Gump

Messaggi : 1181
Data d'iscrizione : 20.03.13
Età : 54
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da castoro il Mer 03 Feb 2016, 06:02

Rik ricordi le care nutrie che popolavano il laghetto di villa pamphili diversi anni fa ?
Cmq ricordate che la nutria è mia lontana parente (stesso muso e stessi dentoni dei castori), quindi occhio ...  bastone 

lol!

a me è capitato ahimè di incrociare cani lasciati liberi dai padroni e non sono mai stati incontri molto "simpatici"  Mad

_________________
PB 10km (ott. 2011): 43'14"
PB Mezza (25/04/2014): 1h37'45"
PB 30km (ott 2011): 2h25'29"
PB Maratona (04/05/2014) 3h39'22"
PB 50km (18/01/2015): 5h12'36"
PB 58km (mar 2013): 6h23'01
100km del Passatore 2013: 17h47'05"
----------------
Ciao Paolo
avatar
castoro
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 10429
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 44
Località : Infernetto - Roma

http://www.robertotiberi.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da marina il Mer 03 Feb 2016, 09:30

@rik
mi ricordo!! Very Happy

marina
Run like a Pink
Run like a Pink

Messaggi : 1281
Data d'iscrizione : 20.12.13
Località : Tra Milano e Bergamo

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da zivago il Lun 22 Feb 2016, 12:15

Durante la mia corsa della domenica mattina ho assistito ad una scena tragicomica.
Una signora di mezz'età camminava facendosi trascinare da un cane al guinzaglio; nel mentre era intenta a fissare il display di uno smartphone.  Sennonché… Sbam!! si prende una tranvata mostruosa.
La poveretta, tirata dal cane e persa nel suo “smartphonare” sbatte contro una colonnina della fermata autobus.
Io mi trovavo sul lato opposto della strada e, lì per lì, mi è venuto da gridargli: « Ah cecata! ».
Poi però non l'ho fatto: se fosse stato un uomo non avrei trattenuto il sarcasmo... ma ad una signora il rispetto non deve mai mancare.
In seguito, continuando a correre, ho tuttavia pensato: « E se la tipa fosse una di quelle che guidano l'automobile con una mano al volante e l'altra al cellulare; attente più alla conversazione telefonica che alla strada? … Beh! In questo caso la tranvata gli è stata bene »..

P.S.  Ieri ho corso con fatica per un'ora scarsa. Sono uscito verso le 10:30: troppo tardi. Ero eccessivamente coperto ed ho sofferto il caldo: c'erano 14°C.
avatar
zivago
Piè Veloce
Piè Veloce

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 03.07.14
Età : 62
Località : Brianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da differentgear il Mar 23 Feb 2016, 08:28

ehehhee effettivamente gli stava anche bene! Smile
avatar
differentgear
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 9649
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 46
Località : Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da zivago il Mar 05 Lug 2016, 07:16

♫ ♫ ♫ … in questo mondo di ladri ... ♫ ♫ ♫

E... chi è senza peccato scagli la prima pietra.
Stamane (erano ca. le 5.30) mi trovavo a correre lungo una viuzza sulla quale si affaccia una fila di graziose villette con giardino. Presso una di queste, vicino al ciglio della strada, un magnifico nespolo mostrava i suoi frutti maturi e succosi…
Ebbene, lo confesso, non ho resistito. Dopo essermi guardato intorno, sono salito sul muretto, mi sono sporto oltre l'inferriata e ho rubato una nespola.
Poi sono fuggito… appunto come un ladro.
Quando, voltato l'angolo, l'ho addentata, non ho provato nessun rimorso… era deliziosa.
avatar
zivago
Piè Veloce
Piè Veloce

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 03.07.14
Età : 62
Località : Brianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da castoro il Mar 05 Lug 2016, 08:20

Razz Razz Razz

_________________
PB 10km (ott. 2011): 43'14"
PB Mezza (25/04/2014): 1h37'45"
PB 30km (ott 2011): 2h25'29"
PB Maratona (04/05/2014) 3h39'22"
PB 50km (18/01/2015): 5h12'36"
PB 58km (mar 2013): 6h23'01
100km del Passatore 2013: 17h47'05"
----------------
Ciao Paolo
avatar
castoro
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 10429
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 44
Località : Infernetto - Roma

http://www.robertotiberi.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da differentgear il Mar 05 Lug 2016, 18:23

ehehehe per fortuna non ti hanno visto ... qui da noi se ti beccano ti rincorrono Wink ehehehe
avatar
differentgear
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 9649
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 46
Località : Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da zivago il Lun 15 Ago 2016, 11:05

Buon Ferragosto a tutti!

Non dovrebbe essere giornata giusta per accendere il computer ma … questa la devo subito scrivere nel mio diario e quindi raccontare anche al forum.
Stamane, poco prima delle 6, sono uscito per la tradizionale corsa di ferragosto. C'erano 21°C: abbastanza caldo e piuttosto afoso. Io preferivo il fresco dei giorni scorsi, ma si sa che al tempo non si comanda; perlomeno ora saranno più contenti quelli che amano il caldo e, buon per loro, quelli che sono in vacanza.
Ho fatto una corsetta breve, niente di paragonabile a quelle del medesimo giorno degli anni scorsi; infatti, per non deprimermi, evito di andare a rileggermi i vecchi diari di corsa.

Tuttavia è stata una corsa che ricorderò: appunto da annotare.
Mi è successo di dovermi fermare a fare pipì (ogni volta che mi capita non posso fare a meno di considerare quanto sia facile farlo per noi maschietti e difficile per le donne); mi trovavo ai margini di un prato e, anziché svolgere la minzione con il consueto “sguardo all'orizzonte”, l'occhio mi cade sul tappeto di trifogli ai miei piedi.
Devo dire che io, essendo piuttosto “cecato” (il mio lavoro e l'età mi hanno parecchio guastato la vista), devo portare gli occhiali per quasi tutto il giorno. Quando corro però non li metto mai e, non so come possa essere successo, nella sfocata visione della marea di trifogli che stavano a terra… mi è sembrato di discorgere un quadrifoglio!
Il quadrifoglio è una rarità, un'eccezione del normale trifoglio. Trovarlo è difficile: lo si può cercare per giornate intere senza mai trovarlo. Proprio per questo, nella credenza popolare, il suo ritrovamento è considerato un segno della fortuna. Ma ad una condizione: che capiti di trovarlo inaspettatamente, senza cercarlo; proprio come la fortuna che, si sa, è cieca e capricciosa.
In fretta completo la funzione fisiologica, aguzzo la vista, mi chino e… Ma è veramente un quadrifoglio! Sono emozionato, non mi succedeva da quando ero bambino. Delicatamente lo raccolgo, lo avvicino agli occhi; non è un granché, è un po' misero, eppure... uno, due, tre, quattro… è un quadrifoglio!
Tutto contento corro verso casa stringendo tra pollice e indice l'esile erbetta. Una mediocre e dimenticabile corsetta, con quel ritrovamento, mi ha improvvisamente trasformato uno scialbo ferragosto in una lieta giornata da ricordare. È proprio vero che la felicità, che tanto cerchiamo e che immaginiamo venga dalle grandi occasioni, spesso arriva dalle piccole cose.
A casa, felice come un bimbo, ho mostrato il ritrovamento a mia moglie che, commossa dalla mia eccitazione, mi ha dato un bacio e poi detto: « Va là bagaiot! » (Sei proprio un bambinone).
Ora ho messo il quadrifoglio in un bicchiere d'acqua e, finché non appassisce, lo terrò qui sulla scrivania. Poi lo farò seccare per riporlo tra le pagine di un libro. Non so ancora in quale, sono indeciso tra due dei miei preferiti: “Cent'anni di solitudine” di Gabriel Garcia Marquez oppure “Il dottor Živago” di Boris Pasternak.

Di nuovo buon Ferragosto a tutti (non mangiate e bevete troppo Very Happy ).
avatar
zivago
Piè Veloce
Piè Veloce

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 03.07.14
Età : 62
Località : Brianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da castoro il Mar 16 Ago 2016, 07:14

Accidenti, ì davvero una rarità, mi auguro di cuore che possa davvero portarti fortuna Wink

_________________
PB 10km (ott. 2011): 43'14"
PB Mezza (25/04/2014): 1h37'45"
PB 30km (ott 2011): 2h25'29"
PB Maratona (04/05/2014) 3h39'22"
PB 50km (18/01/2015): 5h12'36"
PB 58km (mar 2013): 6h23'01
100km del Passatore 2013: 17h47'05"
----------------
Ciao Paolo
avatar
castoro
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 10429
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 44
Località : Infernetto - Roma

http://www.robertotiberi.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da differentgear il Mar 16 Ago 2016, 11:22

In ritardo ma buon ferragosto. Rarissimi i quadrifogli... e che ricordi io li cercavo col mio papà da piccola. So che così non portano fortuna ma era un bel gioco. Ferragosto fortunato Smile ed è proprio vero la felicità è nelle piccole cose.
avatar
differentgear
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 9649
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 46
Località : Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da zivago il Lun 29 Ago 2016, 13:07

zivago ha scritto:Ora ho messo il quadrifoglio in un bicchiere d'acqua e, finché non appassisce, lo terrò qui sulla scrivania. Poi lo farò seccare per riporlo tra le pagine di un libro. Non so ancora in quale, sono indeciso tra due dei miei preferiti: “Cent'anni di solitudine” di Gabriel Garcia Marquez oppure “Il dottor Živago” di Boris Pasternak.
Infine ho deciso per l'immaginifico "Cent'anni di solitudine"
avatar
zivago
Piè Veloce
Piè Veloce

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 03.07.14
Età : 62
Località : Brianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da Federoca il Ven 02 Set 2016, 08:34

zivago ha scritto:
zivago ha scritto:Ora ho messo il quadrifoglio in un bicchiere d'acqua e, finché non appassisce, lo terrò qui sulla scrivania. Poi lo farò seccare per riporlo tra le pagine di un libro. Non so ancora in quale, sono indeciso tra due dei miei preferiti: “Cent'anni di solitudine” di Gabriel Garcia Marquez oppure “Il dottor Živago” di Boris Pasternak.
Infine ho deciso per l'immaginifico "Cent'anni di solitudine"

Ho interrotto la lettura ad un terzo, davvero non riuscivo a proseguire, pesantissimo!!! Very Happy

_________________
"La verità è che nessuno ti regala niente, che devi sempre lavorare duro"
P.B.
10,000 km. 49.51 (Campegine 2012)
21,097 km. 1.51.00 (Formigine 2015)
42,195 km. 4.18.57 (Collemar-athon 2013)
100 km. 14.08.21 (Passatore 2015)
avatar
Federoca
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 4853
Data d'iscrizione : 20.03.13
Età : 36
Località : Divisa corpo e cuore tra Parma e Reggio Emilia

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da zivago il Ven 02 Set 2016, 14:11

Federoca ha scritto:Ho interrotto la lettura ad un terzo, davvero non riuscivo a proseguire, pesantissimo!!! Very Happy
Ciao Federica,
non è la prima volta che sento definire questo romanzo insopportabilmente pesante. Taluni lo trovano illeggibile, altri stupendo. Questo la dice lunga su quanto ognuno di noi interpreti diversamente la narrazione e, conseguentemente, anche la visione del mondo e della vita.
C'è forse un modo migliore di altri per valutare ciò che è bello o brutto, per intendere le cose, per vivere le passioni, per coltivare i sentimenti e le emozioni? Io credo di no. Penso, come dice un vecchio detto, che « la bellezza e la bruttezza sta negli occhi di chi guarda ».
Insomma tutto è opinabile e soggettivo; perfino la scienza può essere usata in modi diversi secondo la convenienza, il contesto sociale, il momento storico, i principî ideali.

Quel libro, dove ci ho infilato il quadrifoglio, lo acquistai nel 1976: avevo 21 anni. Very Happy
Ho il vivo ricordo di come ci arrivai: fu attraverso un'altra lettura. Conobbi Gabriel Garcia Marquez leggendo “MAI DEVI DOMANDARMI” un romanzo di Natalia Ginzburg. In un capitolo dedicato interamente a “CENT'ANNI DI SOLITUDINE” la Ginzburg scrive queste parole che mi affascinarono e che conservo ancor oggi in un appunto:

… « Leggere Cent’anni di solitudine è stato per me come udire uno squillo di tromba che mi svegliasse dal sonno. L’ho cominciato senza voglia e aspettandomi d’essere sospinta indietro. Qualcosa ha incatenato la mia attenzione e sono andata avanti, avendo la sensazione di procedere in una boscaglia fittissima e verde, piena d’uccelli, di serpenti e d’insetti.
Dopo averlo letto m'è parso anche d'aver seguito un volo d'uccelli rapidissimo e sterminato, in un cielo di sterminate distanze dove non c'era consolazione, non c'era se non l'amara e corroborante coscienza del vero. È la storia d'una famiglia in un villaggio del Sud-America. In un disegno intricatissimo, vorticoso e minuzioso si snoda il destino dei singoli, misterioso e limpido, sconvolto da guerre, frane e trascinato nella gloria e nella miseria, ma sempre ugualmente libero, segreto e solitario, fino a un punto immobile dell'orizzonte dove il cielo luminoso e immobile accoglie memorie e rovine. » …


Da allora ho letto e poi riletto per tre volte “CENT'ANNI DI SOLITUDINE” e, ogni volta, mi è sembrato sempre più bello. Non così è stato per mia moglie ed i miei figli che, come te cara Federica, dopo poche pagine l'hanno abbandonato.

P.S.  Rimane comunque il fatto che per quest'opera Gabriel Garcia Marquez prese il Premio Nobel.
avatar
zivago
Piè Veloce
Piè Veloce

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 03.07.14
Età : 62
Località : Brianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da simpep il Ven 02 Set 2016, 17:13

zivago ha scritto:. . . . . .
P.S.  Rimane comunque il fatto che per quest'opera Gabriel Garcia Marquez prese il Premio Nobel.

Sicuramente nella commissione non c'era Federica ! Laughing

_________________
......La mia vita non la misuro da quanti respiri faccio, ma dai momenti che mi tolgono il respiro......
avatar
simpep
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 3562
Data d'iscrizione : 28.12.13
Età : 66
Località : Monserrato (Cagliari)

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da aroldo74 il Gio 08 Set 2016, 11:40

Su da non siamo pesanti. alla fine sono opinioni.
Magari qualcuno legge un libro ed in quel momento non ci si rirova e non riesce ad appassionarcisi.
Dopo tempo potrebbe in un altro momento più propizio riuscire invece ad apprezzarlo.
I promessi sposi letto forzatamente alle superiori può diventare un supplizio, ma letto spassionatamente in età più matura può essere esaltante.

l'ultima volta che non solo interruppi, ma cestinai un libro era con una schifezza del presunto romanziere Wilbur Smith.
Una porcata senza mezzi termini, una vergogna che si permettano di far pubblicare e diffondere cose del genere che sarebbero più degne del miglior rogo inquisizionale. Sad
avatar
aroldo74
Forrest Gump
Forrest Gump

Messaggi : 1423
Data d'iscrizione : 14.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da differentgear il Gio 08 Set 2016, 11:46

Non l'ho mai letto ... devo recuperare visto che mi avete incuriosita con sto discorso Wink fra il sì e il no ...
avatar
differentgear
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 9649
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 46
Località : Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da zivago il Lun 19 Set 2016, 13:03

" Tira di più un pelo di f... che un carro di buoi. "
Intendiamoci, non voglio essere triviale. A tutte le donne è dovuto il massimo rispetto!
Però questo vecchio proverbio popolare rende bene quel che mi è successo durante la corsa di ieri.

Verso le 8:30 mi trovavo a corricchiare svogliatamente in un mattino uggioso con alterni momenti di pioviggine sottilissima e schiarite di sole battente.
Ad un tratto, mentre stavo imboccando una svolta, sento chiamare. Mi volto, non capisco subito da dove viene la voce, ma poi vedo sulla pista ciclabile opposta una donna in tenuta running che mi fa segno. Grida delle cose che il continuo passaggio di automobili non mi fanno intendere.
Ecco così che lei attraversa lo stradone e mi si avvicina. Un po' trafelata chiede indicazioni per il suo rientro. Spiega che proviene da un paese vicino (a circa 5-6 Km); ha fatto un giro insolito e dunque si è persa. Certo potrebbe tornare, a ritroso, ma teme di dover fare troppi chilometri; quindi mi chiede se c'è una via più breve.

Devo dire che era una donna molto bella. Alta e magra ma non secca: snella ma conservando tutte le piacevoli sinuosità femminili. Leggermente abbronzata non da lampade, spiagge o creme solari, ma da quella bella e naturale doratura che si prende correndo nei mattini d'estate. Con un viso sorridente reso ancor più bello dai lunghi capelli biondi raccolti dietro a coda di cavallo. Avrà avuto una quarantina d'anni: l'età in cui le donne sono al massimo dello splendore.

Potevo lasciare andare la ragazza (fino ai 40 siete ancora giovinette, ai 50 delle piacevoli donne, dopo delle gradevoli signore) con delle semplici e magari confuse indicazioni? Ovviamente no! Ho dunque voluto fare il gentiluomo (cascamorto?) offrendomi di accompagnarla a destinazione.

L'atletica ninfa, oltre che bella, aveva anche buone gambe: ben più svelte ed elastiche delle mie ormai vecchie e arruggine. E tuttavia il mio orgoglio mascolino non mi avrebbe mai permesso di arrancarle dietro. Ecco quindi che, con la fronte alta ed il petto in fuori, le ho fatto da lepre per 4-5 Km ad una velocità che forse non ho mai tenuto in vita mia.
Ero talmente preso nella parte che proprio io, sempre attento a quel che mi capita intorno, ad un certo punto sono stato richiamato ad ammirare lo stupendo arcobaleno che stava coronando il cielo.

Non so come ho fatto, ma di certo ho saputo dissimulare bene la fatica; tanto che, arrivati ad un incrocio dove ci siamo salutati, la giovane runner mi ha fatto i complimenti per la prestanza atletica. In quel momento, se fossi stato un pavone, avrei fatto la ruota.

Ma ecco che, persa di vista la ragazza, il mio vecchio fisico ha presentato il conto. Non ne avevo più per fare i 6-7 Km del ritorno. Ad un ritmo minore del jogging ne ho percosi la metà; i restanti li ho camminati.
Già! Non dovremmo mai voler apparire più quel che non siamo. Imperdonabile è poi che lo facciano i podisti amatoriali: gente notoriamente tanto schiva e così timida nel mostrare i propri risultati. Very Happy

Al rientro in casa mia moglie, osservando quanto ero stravolto, mi ha chiesto: « Ti è successo qualcosa? ». Ed io: « No! Niente, è solo fatica… ».
Più tardi a tavola, durante il consueto pranzo famigliare della domenica, la osservavo che coccolava i suoi nipotini…  L'ho vista bellissima!
avatar
zivago
Piè Veloce
Piè Veloce

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 03.07.14
Età : 62
Località : Brianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da differentgear il Lun 19 Set 2016, 16:03

Ehehe divertente Wink a me al mare è capitato di stare dietro ad uno e non volevo mollarlo ma perché non "volevo essere da meno". Per fortuna però il fisico ha retto.
Ci credo che l'hai vista bellissima Smile
avatar
differentgear
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 9649
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 46
Località : Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da rikchecorre il Mar 20 Set 2016, 00:07

Alla luce di quanto emerso dalla dichiarazione spontanea del sig. zivago, con particolare riferimento al seguente passaggio:
zivago ha scritto:omissis - Ecco quindi che, con la fronte alta ed il petto in fuori, le ho fatto da lepre per 4-5 Km ad una velocità che forse non ho mai tenuto in vita mia - omissis
si propone il deferimento dello stesso alla WADA causa eccessiva presenza di testosterone di natura endogena, laddove non si possa palesemente concedere l'attenuante generica della "modica quantità"...
si propone altresì la squalifica dell'interessato per 2 anni da tutte le tapasciate della regione Lombardia...
avatar
rikchecorre
Forrest Gump
Forrest Gump

Messaggi : 1181
Data d'iscrizione : 20.03.13
Età : 54
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da zivago il Mar 20 Set 2016, 09:37

rikchecorre ha scritto:si propone il deferimento dello stesso alla WADA causa eccessiva presenza di testosterone di natura endogena, laddove non si possa palesemente concedere l'attenuante generica della "modica quantità"...
si propone altresì la squalifica dell'interessato per 2 anni da tutte le tapasciate della regione Lombardia...
È no...  Protesto!
Qui non siamo imparziali. C'è dello spudorato favoritismo. Già lo sospettavo, ma ora ne ho la prova provata.
Spiegatemi: com'è che per la Eliana non è prevista nessuna penalità?
Eppure anche lei...
differentgear ha scritto:... a me al mare è capitato di stare dietro ad uno e non volevo mollarlo ...
Non sarà mica che a quelli dell'autonoma Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol, oltre ai privilegi che già hanno, è concessa anche l'immunità dal doping? scratch
avatar
zivago
Piè Veloce
Piè Veloce

Messaggi : 858
Data d'iscrizione : 03.07.14
Età : 62
Località : Brianza

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da differentgear il Mar 20 Set 2016, 10:29

lol! ahahhaa me la sarei cavata se nessuno diceva nulla Wink ehehe
avatar
differentgear
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 9649
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 46
Località : Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da simpep il Mar 20 Set 2016, 10:35

Nel detto riportato da Zivago purtroppo non si considera di quali buoi si sta parlando.
E poi, scusate la leggera caduta di stile, ma non è solo un problema di buoi ma anche un problema di vetustà dei "peli".
. . . . .
Per chi come me è un po vanitoso le aspirazioni si invertono e quando si incontra qualche ex, ma ancora attraente, donzella corrente mi viene da pensare : "cercherà di corrermi dietro ?", "avrà notato come vado veloce ? ", "avrà notato quanto sembro più giovane ? ",  e così via.
"Sembro più giovane !", ma che ne sa quanti anni ho ?
Invece la dura realtà è "il niente", al massimo mi segue con lo sguardo qualche gruppo di signore, attempate negli anni e nel fisico, che stanno facendo "passegging" integrato dalla descrizione dell'ultima ricetta dietetica senza aggiunta di grassi, perché quello presente nel maialetto era sufficiente a insaporire, o come si arrostiscono le sardine ungendole durante la cottura con una mistura di olio, aceto e sale e usando come pennello solo un rametto secco di origano.
L'altro giorno quando al terzo giro del parco ho incrociato le stesse tre signore, che avevo notato nei due giri precedenti, davanti alla fontanella, mi sono fermato per bere e una delle tre mi guarda e con aria ricca di pietà cristiana mi dice "ah, ma allora lei corre sul serio ?".
E io istintivamente : "no, no, sto solo provando il nuovo completino da corsa".
Ho fatto in tempo a vedere le loro facce con l'espressione di chi aveva sentito un turista indo-pachistano chiedere una informazione nella lingua madre e con un cenno di saluto e un sorrisetto un po sornione ho ripreso il giro, certo che per un po mi avrebbero ancora seguito con lo sguardo incredulo.
>sim

_________________
......La mia vita non la misuro da quanti respiri faccio, ma dai momenti che mi tolgono il respiro......
avatar
simpep
Moderatore
Moderatore

Messaggi : 3562
Data d'iscrizione : 28.12.13
Età : 66
Località : Monserrato (Cagliari)

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da differentgear il Mar 20 Set 2016, 13:37

Il "ah ma allora lei corre sul serio" è veramente tremendo Smile ehhehee ... non se ne rendono conto ma alle volte il silenzio è la cosa migliore Wink ehehehee
avatar
differentgear
Moderatrice Pink
Moderatrice Pink

Messaggi : 9649
Data d'iscrizione : 16.03.13
Età : 46
Località : Trento

Tornare in alto Andare in basso

Re: ANEDDOTICA e PODISTICI FATTERELLI ovvero… facezie al Runnig-Bar

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum